Il Palazzo Macchiarelli e la sua Musa.

Da dove cominciare vediamo:

l'idea nasce da una visione, da un immagine apparsami di notte mentre pensavo, nelle ombre della mia casa fra un ticchettio di orologio e l'altro ambivo all'Africa,

continente che non ho ancora approfondito come vorrei.

Immagino una donna forte, fisica, dai lineamenti spigolosi e dagli enormi capelli cespuglio color carbone, mi illumino, mi fermo e vien fuori il titolo del progetto:

" Africa : Un lusso che non ci possiamo permettere ".

Volevo raccontare un viaggio, volevo esprime le mie emozioni riguardo un mondo sconosciuto e che desidero da molto tempo, non il solito concetto di Africa associata a safari, non il solito concetto di avventura e polvere, leoni e indigeni dunque prende forma e si materializza nella mia mente un carattere vissuto, uno stile selvaggio inconfondibile, una terra formosa piena di vita ed un viso che sa di sfida e sfrontatezza: la mia amica Romina era la persona giusta.

Le spiego il progetto, le spiego l'idea e le descrivo il valore concettuale che ha per me tale scenografia, accetta senza esitazioni fra l'imbarazzo totale delle mie parole e dei miei intenti.


Come location decido di dare valore al Palazzo Macchiarelli, struttura importante del mio territorio. Le sale fanno da cornice all'intera scenografia regalando atmosfere lussuose ed ottocentesche ornamentate dai pregevoli affreschi ancora intatti. Ubicato nella frazione Misciano del comune di Montoro rappresenta un indiscusso patrimonio di elevato valore culturale.

Gli addobbi floreali e la vasca da bagno posta al centro del salone principale regalano all'ambiente un intimità ed un eleganza senza precedenti al racconto della mia visione.

Una donna, la mia Africa, si regala dolcezza, libertà e sensualità in un bagno di latte che fa da contrasto sia ai colori della sua pelle sia all'idea di lusso che si intende trasmettere.

Per una volta l' Africa stimata come madre terra fiera ed orgogliosa si concede un attimo di relax rispetto ai soliti disagi di povertà e problematiche sociali.

Tale shooting fa da apripista ad una nuova idea di fotografia, studiata e pensata ad hoc per chi ha dentro un idea artistica del proprio mondo e della propria intimità. Un servizio fotografico di ritratti con uno spessore diverso che può essere tranquillamente riproposto per chi ha voglia di regalarsi valore e donarsi un esperienza unica.

La fotografia come l'arte va riproposta secondo l'idealizzazione singola dei soggetti per cui valutiamo proposte lavorative che siano di stimolo creativo e innovativo.

Immagina un 18esimo, un post-wedding, una sessione di ritratto studiata per te, immaginati in vasca ai bordi di un fiume, su una spiaggia con candele o in una grotta col tuo partner.

Contattaci per le informazioni sui nostri shooting creativi e sulle nostre idee scenografiche.


Infine voglio ringraziare chi ha reso possibile tutto questo:


Il comune di Montoro e la sua giunta comunale ma in particolare il Dr. Fiorillo.


Dr. Speranza direttrice della cooperativa sociale " L'isola che non c'è. " sita ed attiva al palazzo Macchiarelli.


La mia fiorista personale : Artemisia di Annalisa conforti che potete trovare al link qui sotto: https://www.facebook.com/artemisia.artemisia.9843?locale=it_IT


Ovviamente al mio staff sempre presente e prestante ed infine un elogio alla mia Venere

che mi ha dedicato tempo, attenzioni e fotografie Romina F.

Grazie a tutti voi che mi seguite.


Per info e costi : https://www.infinity-studio.it/ oppure 0825521255



Questo sito non fa parte del sito Facebook o Facebook Inc. Inoltre, questo sito NON è approvato da Facebook in alcun modo.

FACEBOOK è un marchio registrato di FACEBOOK, Inc.

Privacy Policy e Cookie Policy.

 

© 2020 INFINITY STUDIO FOTOGRAFICO - P.IVA 02492980640

Tutti i Diritti sono riservati. E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. 

All right reserved

This Website is not a part of Facebook or Facebook Inc. Additionally, this site is NOT endorsed by Facebook in any way.

FACEBOOK is a trademark of FACEBOOK Inc.