©2023 by Charlotte McCoy. Proudly created with wix.com

Cerca
  • Pasquale De Maio

L'altro brasile

" Di ritorno da un viaggio insolito, dimenticate il mare, le spiagge e il sole, stereotipi brasiliani a cui la gente comune è abituata. Percorro le strade di Rio guardingo e intimorito perché fuori dalla zone turistiche si respira un aria cupa fatta di disagi e disprezzi. Mi concentro a fotografare una città immersa nelle Favelas o ciò che ne distingue lo stile e quindi smarrimento, irregolarità delle cose, caos e nessuna forma societaria in cui tutto sembra abusivismo, in cui tutto sembra fuori luogo. Rimango ai bordi, non mi addentro, la macchina fotografica sembra una arma quindi mi ravvedo su quale vicolo oltrepassare e mentre vagabondo immortalo ciò che in me suscita sensibilità, disagio e senso di paura.

Il viaggio spesso non è detto che ci guidi in posti in cui ci piacerebbe andare, ma per valutare le strade giuste devi conoscere quelle pessime. Solo così puoi dire di essere completo.

In una città in cui il Salvatore si impegna con il proprio credo a migliorare l'esistenza di chi vive ai bordi, ogni apertura alla civiltà sembra vana. Rio de Janeiro vista attraversa gli occhi di chi s'è visto ingabbiato fra spiagge che raccontano finto divertimento mentre tutto intorno resta vita sofferente e criminale.


203 visualizzazioni